Menu
Logo

Wood Beton Spa celebra la “Giornata Della Terra 2022”

22 Aprile 2022

Il pianeta Terra: la nostra “casa” per eccellenza, il luogo in cui tutti abitiamo e che ci accomuna sopra ogni cosa. Ricorre oggi, venerdì 22 aprile, la “Giornata della Terra”, che celebra l’ambiente e la salvaguardia del globo. Nata di fatto sessant’anni fa, nel 1962, dopo la pubblicazione del libro ambientalista “Primavera Silenziosa” della biologa statunitense Rachel Carson, e certificata dai riconoscimenti di Onu e Unesco, la “Giornata della Terra” ha un valore divulgativo per quasi 200 nazioni.

Oggi più che mai, nel mondo si parla dei preoccupanti cambiamenti climatici in corso, imputabili ai gas serra e all’esaurimento di fonti non rinnovabili come carbone, petrolio e gas naturali. Va da sé che è opportuno continuare a dibattere di transizione energetica verso le rinnovabili e l’elettrico, riciclo dei materiali, ottimizzazione dello smaltimento dei rifiuti, risparmio energetico, tutela degli habitat naturali e della fauna.

In un’ottica di partecipazione globale e collettiva nella salvaguardia del nostro amato e unico pianeta, Wood Beton Spa segue da sempre la “stella polare” dell’attenzione all’ambiente, del risparmio energetico implementato in ogni soluzione proposta, di un’edilizia armoniosa e rispettosa dei contesti naturali in cui gli edifici sorgono.

Su tutti svetta il punto cardine dell’ibridazione nell’utilizzo delle materie prime: puntare su calcestruzzo, acciaio e legno permette un consumo ponderato e finalizzato ad arginare gli sprechi, rispettando così le risorse naturali del pianeta.

Ma ricordiamoci che il cambiamento e il rispetto per il pianeta Terra parte in primis da noi: da piccoli gesti che dobbiamo acquisire o migliorare e che, tutti uniti, fanno la differenza. Ridurre i consumi di acqua, l’utilizzo di veicoli a combustione quando non necessario, smaltire i rifiuti nel modo migliore, sono attenzioni che tutti possiamo adottare senza sforzi.

Ricordiamocelo oggi, 22 aprile “Giornata della Terra”, ma soprattutto, in tutti gli altri 364 giorni dell’anno.