Menu
Logo

Wood Beton nella “TOP 50” del Sustainability Award

21 Ottobre 2022

Un riconoscimento prestigioso, frutto dell’impegno costante che Wood Beton sta riversando nel rispetto per l’ambiente, e non solo. La realtà iseana, guidata dall’ing. Giovanni Spatti, è stata insignita del premio Sustainability Award 2022, riuscendo a entrare nel gotha delle 50 imprese italiane più virtuose nelle tematiche di sostenibilità.

Wood Beton ormai da anni porta avanti e sostiene ideali legati all’industrializzazione dell’edilizia e all’ibridazione dei materiali da costruzione, che consentono di ridurre sensibilmente l’impatto ambientale della produzione e lo sfruttamento incontrollato delle risorse naturali. E proprio questi valori hanno portato la giuria a considerare Wood Beton Spa tra le aziende italiane eccellenti che si sono distinte per sostenibilità e, in particolare modo, l’azienda bresciana è stata premiata come azienda TOP 50 PERFORMANCE Environmental, dimostrando significativi incrementi del rating ESG rispetto allo scorso anno.

È stato per noi un onore ricevere un premio così importante. Oggi il mondo sta cambiando e anche nel nostro settore ci troviamo a dover affrontare problematiche di sostenibilità che richiedono risposte articolate e puntuali, che i metodi di costruzione «tradizionali» non sono più in grado di soddisfare. Ecco perché la nostra filosofia è legata a un nuovo modo di costruire: un’edilizia di tipo off-site, che ci consente di ottenere maggiore efficienza, offrire la massima qualità del costruito, ridurre gli sprechi e lavorare in sicurezza. Il tutto nell’ottica della massima sostenibilità” – spiega Giovanni Spatti.

Dunque le aziende percepiscono in maniera sempre più reale la necessità di una crescita sostenibile, inclusiva e stabile, che crei valore aggiunto per la comunità e per le generazioni future. La questione ambientale, la pandemia Covid-19 e la conseguente crisi economica internazionale hanno imposto una riflessione concreta sul nuovo concetto di sostenibilità, che oggi viene inteso non solo in ottica tradizionale, ma include anche aspetti ambientali, sociali e di governance.

Reputo che la vera sostenibilità, in edilizia, risieda nel raggiungimento di un equilibrio ottimale tra il soddisfacimento di requisiti ambientali, sociali ed economici.

Dal punto di vista ambientale, la capacità di sapere impiegare il materiale giusto al posto giusto, cercando di ottimizzarne i consumi già in fase di progetto, rappresenta il primo fattore di sostenibilità. Per quanto riguarda poi l’aspetto sociale, legato alla sicurezza per gli operatori, l’edilizia industrializzata permette di realizzare elementi in stabilimento, consentendo agli operai di lavorare in condizioni di temperatura controllate, protetti dagli agenti atmosferici e, soprattutto, a terra, in estrema sicurezza e tranquillità. Lo stesso concetto vale per il cantiere, dove i tempi passati in quota dagli operai vengono notevolmente ridotti. E anche questo significa fare sostenibilità” prosegue Spatti.

In questo contesto si inserisce l’Action Plan pubblicato nel 2018 dall’Unione Europea in seguito all’adozione dell’agenda 2030 dell’ONU.

L’Agenda 2030 in questi anni è diventata per Wood Beton una vera e propria stella polare nell’ambito delle proprie scelte produttive, un punto cardine da seguire con sempre maggior impegno per tenere alimentato e solido il circolo virtuoso della sostenibilità ambientale, sociale ed economica nel settore dell’edilizia. Oggi noi abbiamo raggiunto già 10 punti dei 17 presenti in Agenda: se ieri la nostra è stata un’intuizione, oggi la sostenibilità – sia essa ambientale, sociale ed economica – spinge a far sì che l’off-site diventi un’esigenza di mercato” – conclude ling. Spatti.

Dunque, il premio ottenuto da Wood Beton attesta il grande impegno perseguito dall’azienda di Iseo in tema di sostenibilità, secondo la quale il passaggio a un’edilizia sostenibile non è più una scelta ma una necessità per migliorare la qualità della vita dei cittadini, rispettare l’ambiente e dare maggior valore alle strutture.

Oggi, infatti, la sostenibilità è riconosciuta come uno dei requisiti fondamentali per lo sviluppo della società contemporanea e per fare questo il bisogno di innovazione è altissimo: per questo, l’industrializzazione delle tecniche costruttive può solo che favorire questa necessità, garantendo al tempo stesso un’ottimizzazione delle fasi di dismissione delle strutture, con minori costi ambientali ed economici per le generazioni future.

E queste sono tutte prerogative di Wood Beton.